mercoledì, aprile 21, 2010

non ci sono più i band of horses di una volta...

già annunciato qualche settimana fa da Marco il cannibale e già avevo espresso i miei dubbi guardando il video del presunto singolo, poi oggi ho trovato qui l'ultimo lavoro dei Band of Horses...ascoltandolo mi sono reso conto che avevo ragione: sono lontanissimi da quel Everything All The Time, disco del 2006, dove la voce di Benjamin Bridwell era stata capace di rapirmi, dove i suoni erano caldi e arrivavano dritti al cuore, dove non dimostravano niente di nuovissimo ma avevano centrato 10 pezzi di un'intensità vera...da una recensione trovata qui: "Alzano la voce, ma non gridano. Sussurrano, ma non mugugnano. Illanguidiscono, ma non immalinconiscono. Questo disco ha insomma il potere catartico di portarsi via come un fiume placido tutte le tensioni accumulate nel corso della giornata."...peccato,  il nuovo disco non trasmette nulla di tutto ciò, sembra addirittura che abbiano cambiato cantante, forse l'hanno anche fatto e io mi sono perso la notizia...non so mi sembrano diventati i Turin Brakes...il tutto risulta piatto, le emozioni che trasmettevano i suoni del primo disco si sono perse, confuse...io vi consiglio invece di ri-sentire Everything All The Time...buon ascolto

8 commenti:

birdantony ha detto...

assolutamente d'accordissimo!!! :)

CheRotto ha detto...

non che li considerassi la miglior band in assoluto ma hanno avuto una caduta inspiegabile...mah...

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

a un primo ascolto ha deluso anche me. un paio di canzoni buone ci sono, ma nell'insieme come dici tu è decisamente piatto
spero sia una perdita di ispirazione solo momentanea e non facciano la fine dei turin brakes, che dopo un buon esordio sono andati sempre peggio..

birdantony ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
birdantony ha detto...

ma i 'cavalli' erano molto meglio dei turin brakes. qui io non salvo nemmeno un pezzo.. pensa che nonostante abbia fatto una compilation la settimana scorsa ne ho un'altra praticamente già pronta (15 canzoni sulle abituali 16) e pensavo vuoi che nell'album dei 'cavalli' non ci sia un pezzo degno così la finisco e la uppo??? e invece nisba.. :)

CheRotto ha detto...

l'ultimo dei cavalli l'ho già defenestrato...il termine di paragaone con i TB era proprio per dire che fanno cagare, scusate la franchezza...non ho mai capito l'interesse anche da parte di un certo giornalismo 'indie/alternativo' (che brutto termine...) verso i TB...
e visto che ci sono grazie ad antony per gli Inlets, non male...

SigurRos82 ha detto...

Pensare che i Turin Brakes esistono ancora e Ben & Jason invece no...:°°(

birdantony ha detto...

il disco di Inlets (in realtà è un cantautore poilistrumentista, sebastian krueger, già collaboratore di dm stith, my brightest diamond e feist) è davvero originale e cresce ad ogni ascolto..
:)