giovedì, novembre 25, 2010

Mando Diao

È da tempo che vorrei scrivere qualcosa sui Mando Diao. Ho domandato un po' ai miei amici in Italia se li conoscessero ma quasi nessuno ne ha mai sentito parlare, peccato. Peccato perchè qui in Deutschland sono delle vere Star, prova ne è la messa in onda la settimana scorsa di un loro concerto Unplugged su MTV. So che ormai gli Unplugged non hanno piú niente da dire e che sono sputtanati grazie alle prove dei vari George Michael e artistacci del genere.Ma i Mando se la meritano tutta questa consacrazione. Il loro esordio su cd risale al 2002 (Bring 'em in) e fino ad oggi hanno inciso altri quattro cds senza contare l'unplugged ed una raccolta di rarità e B-side (The Malevolance of...). I primi tre dischi erano rock-garage (il già citato Bring 'em in, Hurricane Bar e Ode to Ochrasy). Nel 2007 esce Never seen the light of the day  "che a parer mio è la loro prova più bella e matura con qualche chitarra acustica in piú e archi in bella evidenza, ok, il loro lavoro più pop. Ma la loro fama e la loro forza la si deve ad una fitta rete di concerti in giro per l'Europa con la presenza ai piú importanti Festival estivi tipo Rock am Ring e il Benicássim.
Mi sono sempre chiesto con quale criterio i vari discografici scelgano i gruppi da lanciare e da spingere e perché i Kings of Leon (solo per fare un nome) sì e i Mando Diao no... forse perché i Diao sono svedesi e non Yankee?
Buon Ascolto
Der graf von Mailand  

3 commenti:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

beh, dance with somebody è stata quasi un successo pure qui

quasi ho detto :)

CheRotto ha detto...

non li conoscevo, il Conte mi ha consigliato questo disco e 'ho ascoltato...non mi fa impazzire...proverò con quelli in studio...

der Graf von Mailand ha detto...

Pensavo che non li conoscesse nessuno.
@Cherotto:prova con quelli in studio,sono piú rock .Poi mi dirai