lunedì, novembre 01, 2010

le opere del paz: Giorno

stavolta per parlare di un albo del buon Pazienza vado a braccia, a memoria...non ho visitato nessuna pagina web (anche perchè non ce ne sono...) o wikipedia o altro, parlerò di Giorno dopo averlo sfogliato e letto per l'ennesima volta...allora il primo movimento che compio è estrarre dalla mensola riservata alle Paz opere il volumetto Zanardi uscito per i tipi della Primo Carnera edizioni nel febbraio del 1983 dove venivano raccolte le prime storie (già pubblicate su Frigidaire)  del personaggio più stronzo, cattivo, perfido, tossico del fumetto italiano conosciuto come Massimo Zanardi...Giorno con Zanardi non c'entra una mazza, avevo letto qualcosa sul perchè fu inserita questa storia ma purtroppo vado a memoria e ora mi sfugge...le 9 tavole di Giorno sono ambientate nella Bologna di fine settanta, tra studenti stressati dai compagni di appartamento,
dalla gelosia...
e dagli esami al DAMS...
realizzato nel periodo bolognese, forse appena dopo Penthotal e prima di Zanardi, è uno spaccato di vita giovanile vista attraveso lo sguardo del giovane Pazienza che si stava per trasformare in una rockstar del fumetto... memorabile la scena dell'esame al dams di cui avevo già pubblicato la tavola qui e che è stata anche utilizzata nel film Paz come altre scene del fumetto...disegnate al tratto dal Paz e colorate da tre studenti del liceo artistico di Bologna sono state poi ricolorate da Marina Comandini pare come volontà espressa dal Paz prima della sua uscita di scena e queste ultime sono quelle che vi propongo...buona lettura

4 commenti:

Angie ha detto...

"pur non essendo una storia di Zanardi rappresenta per ambientazione e struttura narrativa il suo naturale prologo"
da http://www.komix.it/page.php?idArt=8019

grazie per le tavole!

CheRotto ha detto...

ecco... vedi ad andare a braccio e non cercare niente sul web? ;-)

allelimo ha detto...

E' il Paz, va bene tutto lo stesso :)

CheRotto ha detto...

ben detto allelimo, il Paz è il Paz e non avrebbe bisogno di presentazioni o spiegazioni...lo faccio per chi dovesse passare di qua e ancora non ha avuto a che fare con la sua arte