giovedì, maggio 27, 2010

il ciclo turista

nella foto sono quello in centro...la settimana dal 16 al 22 maggio la posso considerare storica: uno scudetto e una coppa campioni vinta dalla squadraccia che seguo da sempre ma soprattutto un viaggio in bicicletta compiuto tra le ciclabili del tirolo...mi sono aggregato a una compagnia di amici che da quasi vent'anni si prendono una settimana all'anno, lasciano a casa lavoro e famiglia, montano sulla bici e girano in varie parti d'Italia e d'Europa...e il tutto in puro stile da ciclo turista per cui pedalata leggera, non veloce, giusto per gustarsi la compagnia e il panorama...poco meno di 300 km in 5 giorni tra Trento, Bolzano, Merano fino ad arrivare a Lienz (con un breve trasferimento in treno) quasi tutta in ciclabili fantastiche e il tempo è stato magnifico...cosa potevo chiedere di più?

8 commenti:

SigurRos82 ha detto...

Sono stata in Alta Pusteria, a pochi km da Lienz, qualche anno fa. Bellissimo :)

CheRotto ha detto...

per la precisione abbiamo fatto la ciclabile della Drava, da Dobbiaco a Lienz e poi abbiamo preso un treno che ci ha riportato a San Candido e abbiamo raggiunto Brunico sulla ciclabile della Val Pusteria...posti magnfici, pedalare in mezzo alle montagne è stata un'esperienza quasi mistica, la consiglio!

Lucien ha detto...

Ti vedrei bene anche tra le incredibili lande islandesi (vulcani permettendo).
Anno scorso ho incontrato diversi impavidi che guadavano con la bici in spalla!

CheRotto ha detto...

lo proporrò per il giro del prox anno visto che sarà, per il gruppo con cui mi sono aggregato, il ventennale...però mi sa che punteranno a mete più calde...personalmente mi piacerebbe fare un giro in Corsica o fare il coast-to-coast italico, praticamente la tirreno adriatico...

Zio Scriba ha detto...

che voglia che mi hai fatto venire, amico (verde)nerazzurro... i fanatici che sfrecciano col cronometro in mano non li invidio neanche un po', ma pedalare così, dolcemente, godendosi la natura da uomini intelligenti e liberi... che bello!... chiudo gli occhi per un attimo, e quando li riapro, nella foto i compagni d'avventura sono diventati quattro... il mio cuore è lì con voi!

CheRotto ha detto...

caro Zio è stata una settimana dove sono riuscito a staccare la spina da tutto...i posti poi aiutavano decisamente a sgomberare la mente, sulle ciclabili puoi anche tranquillamente pedalare e ascoltare l'ipod senza correre pericoli...è stata la mia prima volta e spero di continuare anche nei prossimi anni...ora che ho ripreso la quotidianeità frenetica tipica da chi gravita intorno alla città di M. la bici mi manca...

SigurRos82 ha detto...

Esatto, hai fatto il giro che avrebbe voluto fare, ai tempi, mio padre ;)

La Corsica è una terra splendida, e non solo per mare e spiagge; all'interno è piena di montagne, di acqua e di vegetazione, te la consiglio davvero, soprattutto in ottica 'ciclistica' :)

Angie ha detto...

"da quasi vent'anni"
che costanza... sì, la vita stressante che facciamo non ha davvero senso!