mercoledì, settembre 30, 2009

la terra dei dinosauri

Sono indignato! possibile che ogni volta che il signor Vasco Rossi fa una cagata i maggiori organi di stampa debbano parlare di capolavoro?? Ma quello che più mi indigna è la risposta positiva che questa merda riceve dal pubblico e quello che non riesco a capire se il pubblico è influenzato dai mass media o se i mass media sono influenzati dal pubblico...comunque sto parlando di un “artista” che ad essere buoni l'ultimo disco decente lo ha prodotto più di 25 anno fa' (per disco decente mi riferisco ad un disco che dopo quattro o cinque volte che si ascolti non venga dimenticato sugli scaffali). Adesso...io non sono un esperto di musica italiana, ma penso che qualche cosa di meglio in giro ci deve essere di sicuro. Sono inorridito anche dal fatto che quando il Rossi Vasco vada in turnè continui a riempire gli stadi. Sono inorridito dal fatto che in questi stadi non ci siano solo nostalgici rincoglioniti che hanno più o meno la mia età, ma ci siano addirittura dei ventenni esaltati...ho fatto due calcoli è come se io alla loro età mi fossi esaltato ad un concerto di Nilla Pizzi...calcolando che il primo disco del vasco è uscito una trentina di anni fa'. Sono inorridito dal fatto che purtroppo ho visto in televisione uno di questi concerti e ribadisco che sono una merda, scusate la ripetizione ma non trovo un aggettivo piu consono. Si vede un signore bolso che sbraita stonatamente accompagnato da una musica ignobile infarcita di assoli di chitarra paleolitici che una band di sedicenni si vergognerebbe di eseguire in uno scantinato.
A livello internazionale però non mi sembra che la situazione sia migliore, gli stadi sono riempiti da gente tipo i clericali U2 (anno del loro primo disco 1980 ultimo disco decente 1987 The Joshua Tree ??? ma si siamo buoni), Bruce Springsteen (primo 1973 ultimo buono 1980) o addirittura Rolling Stones (1963 -1972 ???) per non parlare di Madonn a(1983), del quale magari non si può discutere le capacità artistiche ma che ha prodotto dischi che hanno lo stesso impatto emotivo di una raccolta di canzoni di Topo Gigio.
Certo ogni tanto sia in italia che a livello internazionale, c'è qualche novità, che opportunamente pompata dai soliti mass media di cui sopra, riesce ad avere un successo planetario (nazionale per l'italia), ma che dopo un due o tre stagioni ha la sua giusta collocazione in fondo allo scarico del cesso.
Concludendo...sì, lo so, mi spiace... sono stato un po' logorroico ma dopo il servizio che ho visto in televisione che parlava della nuova(???) canzone di Vasco Rossi non sono riuscito a trattenermi...non so forse è una mia idiosincrasia che mi trascino dai tempi del punk, quando si pensava di aver fatto piazza pulita di artisti di ben altro spessore, anche se poi ce li siamo ritrovati tutti ben ripuliti nella seconda metà degli anni ottanta, e, sempre per via della mia mente malata, sono veramente pochi gli artisti che dopo una decina d'anni di carriera riescono a produrre qualche cosa che mi emozioni veramente. Così...a memoria... mi viene in mente Lou Reed con New York e Ludwing van Beethoven.
Errata corrige: per quanto riguarda il Boss (Springsteen) mi ero dimenticato di Nebraska (1982) che è veramente un grande disco, con alcune delle sue migliori composizioni.
E per oggi è tutto, alla prossima.
Lo Zio Fonta

1 commento:

fabio ha detto...

mittttico fonta, diciamo che l'errata corrige ci voleva... un saluto, grande intenditore...