lunedì, febbraio 15, 2010

Eu sou o sol, você o mar... Somos muitos carnavais

a parte il periodo dell'infanzia dove fare carnevale era d'obbligo (anche se non volevi ti trovavi a indossare la maschera di zorro o di qualche principe a caso) non ho mai amato tantissimo festeggiare questo periodo di febbraio...un'altra cosa è invece il carnevale per un brasiliano...è proprio qualcosa di speciale, sì può dire che è la loro vita stessa...ho assaporato la vigilia del carnevale, a Olinda (Pernambuco), dieci anni fa e sono tornato in Italia pochi giorni prima del canto del galo da Madrugada che dà il via ai festeggiamenti...c'era fermento nell'aria e tutti si stavano preparando per l'evento dell'anno...per cui ecco trovato il primo disco che propongo del grande, grandissimo Caetano Veloso:  Muitos Carnavais... uscito nel 1977 contiene pezzi scritti da Caetano (tranne un paio) in stile carnevalesco e che ovviamente sono diventati poi degli 'standard' brasiliani da ascoltare e ballare durante il magico fevereiro...tra i pezzi segnalo Chuva, Suor e Cerveja (Rain, Sweat and Beer) e A Filha da Chiquita Bacana che fanno tanto tanto carnevale...consigliato anche a chi non lo festeggia...buon ascolto

4 commenti:

SigurRos82 ha detto...

Whoa, grazie mille!!! Splendido spunto! :)

borguez ha detto...

certamente!!!
tu non sai quanto io sia lieto di saper che da qualche parte, in questa Italia senza speranze, si annidino fan di Caetano e di questo disco.
non aggiungo altro perchè rischio la prolissità verbosa di un uomo innamorato di questa musica e di questo artista.
ti dico grazie e a presto,
borguez


p.s.
a meno che non sia un errore di battitura, ci tengo a precisare che quel disco è del 1977.

CheRotto ha detto...

mi è servito per rompere l'indugi con i dischi di caetano...a breve ne metterò altri...

CheRotto ha detto...

stavo scrivendo il commento a SR82 e non ho visto arrivare quello di Borguez...innanzitutto l'errore c'è ed è di battitura...non indugiare nel parlare di Caetano con me perchè lo adoro per cui scambierei volentieri qualche chiacchiera anche sul movimento tropicalista, Gil, Chico, i quasi nuovi (tipo Lenine, Cantuaria)...purtroppo Caetano l'ho visto in concerto solo una volta, allo Smeraldo credo nel 2002 o nel 2003, nella tournè di Prenda Minha ed è stato incredibile, un vero artista brasiliano...vado a correggere il post