venerdì, marzo 26, 2010

this machine kills fascists

Avevo giá in mente di scrivere un post su Billy Bragg seppur con i Wilco, Cherotto mi ha preceduto di qualche giorno. Poco importa, di artisti come Billy ne abbiamo sempre piú bisogno con la loro passione, militanza e onestá intellettuale.
Era il 1992 quando Nora Guthrie, figlia di Woody incontrò il nostro per sottoporgli le migliaia di vecchi scritti del padre risalenti al periodo fra il 1939 e il 1967. Billy Bragg decise di musicare una parte di questi testi con la band americana dei Wilco e anche se all'inizio dell'avventura Jeff Tweedy, leader del gruppo, fosse titubante a confrontarsi con un mostro sacro come Guthrie accettò l'invito. Nel 1998 venne pubblicato Mermaid Avenue, nome della strada a Coney Island N.Y. dove Woody Guthrie abitò, il combo scrisse le musiche di queste poesie o talvolta semplici filastrocche per bambini (hoodoo voodoo) pensando non al Woody del periodo in vita ma come se fossero state scritte al presente senza dimenticare la tradizione musicale americana.
Il disco ebbe un buon successo di critica e soprattutto di pubblico, 350.0000 copie vendute il piú grosso successo commerciale di Billy Bragg, tanto che due anni dopo ci fu un seguito con Mermaid Avenue volume 2 altrettanto bello e prezioso come il primo con in copertina la foto in bianco e nero di un bellissimo gatto soriano.
Buon ascolto. Der Graf von Mailand.

4 commenti:

佩璇 ha detto...

how do u do?

allelimo ha detto...

Uno dei grandi. E uno di quelli che non mi sembra essersi mai svenduto.

DiamondDog ha detto...

Billy è uno dei pochi che verranno ricordati, indipendentemente da quante cazzo di copie ha venduto.

der Graf ha detto...

Hai ragione. Di Mermaid Av. avrebbe potuto vendere due milioni o anche solo due copie ma il suo valore culturale rimane fottutamente inalterato.